Benvenuto in Confesercenti di Vicenza
Acquisto dei voucher lavorativi: aggiornamento sulle modalità
Lunedì 09 Maggio 2016 10:19

Dal 2 maggio è variato l’utilizzo della causale LACC negli F24

 

Dal 2 maggio 2016 è cessata la possibilità di acquistare voucher telematici mediante F24 con la causale LACC – Lavoro occasionale accessorio. Lo ha sancito l’Inps con circolare n. 68 del 28 Aprile 2016. Questa causale potrà essere usata  nel modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, come previsto dalla risoluzione n°20/E del 6 aprile 2016 dell’Agenzia delle Entrate. Resta possibile utilizzare la causale LACC nel modello F24EP per gli Enti e le Amministrazioni Pubbliche autorizzate.

 

VOUCHER TELEMATICI: TUTTE LE OPZIONI DI ACQUISTO

Questo il riepilogo delle modalità di acquisto dei voucher telematici a partire dal 2 maggio 2016:

a)            tramite modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” con le seguenti modalità di compilazione:

b)           tramite modello “F24 EP” per gli Enti e le Amministrazioni Pubbliche autorizzate secondo le consuete modalità;

c)            tramite versamento sul conto corrente postale 89778229 intestato ad INPS DG LAVORO ACCESSORIO, il cui importo deve necessariamente essere un multiplo di 10;

d)           tramite pagamento on line collegandosi al sito www.inps.it, nella sezione Servizi OnLine/Portale dei pagamenti.

 

Maggiori informazioni presso la sede Confesercenti di Vicenza - 0444/569933
 
COTTURA DEI CIBI NEI PUBBLICI ESERCIZI: ATTENZIONE ALLA LEGNA DA ARDERE
Lunedì 15 Febbraio 2016 10:42

Per avere certezza circa un impiego della legna da ardere che non esponga a rischi di contestazioni è utile ricordare che in materia di sicurezza alimentare in ambito europeo si fa sempre riferimento al “pacchetto igiene” (Regolamenti nn. 178/2002 e 852, 853, 854, 882/2004), che detta le linee guida generali, poi recepite a livello nazionale e regionale mediante adozione delle buone prassi igienico sanitarie.

    La contaminazione dovuta all’utilizzo di legna non conforme passa direttamente, per contatto e quindi per affumicazione, dai fumi insalubri e potenzialmente cancerogeni prodotti in fase di combustione all’alimento cotto: è necessario quindi che la legna utilizzata in ambito alimentare sia conforme alle norme sanitarie.

    La legna deve essere sostanzialmente in ottimo stato, con certificazione dei fornitori circa la provenienza e l’idoneità per l’impiego in ambito alimentare, tesa ad escludere che sia verniciata, trattata o contaminata in alcun modo.

    Solo tale certificazione mette il titolare del pubblico esercizio al riparo da contestazioni circa il rispetto della normativa sanitaria, o comunque sposta la responsabilità, dal punto di vista civilistico o eventualmente penale, sul fornitore.

    La mancanza di certificazione, infatti, comporterebbe per il titolare del pubblico esercizio l’esigenza di provare direttamente che la legna sia idonea, che non si tratti di un rifiuto o che addirittura non sia contaminata.


 
I VANTAGGI DI ESSERE ASSOCIATI
Venerdì 16 Gennaio 2015 12:01

Essere soci ConfeseCONF CARD15rcenti significa in primo luogo aver un tutor a disposizione che saprà indirizzarti, in base alle tue domande, sulla gestione della tua impresa. 

Non sai a chi rivolgerti per chiarimenti fiscali, dubbi su paghe, credito? Vuoi metterti in contatto con il Comune o la Camera di Commercio o altri uffici di Enti? Vuoi sapere come accedere a finanziamenti o svolgere alcune pratiche burocratiche per l'impresa? Avere informazioni per la formazione? Promuoverti sul web o ampliare le possibilità della tua attività attraverso i nuovi media?
Grazie a Confesercenti tutto questo sarà più semplice!!

Vieni a trovarci presso le nostre sedi o chiamaci per avere tutte le informazioni:

Vicenza - Via Zampieri, 19 – 0444/569933

Bassano del Grappa – Via Sabbionara, 9 – 0424/504202

Montecchio Maggiore – Via Tecchio, 194 – 0444/491112

 
MANOVRA DI STABILITA':INTERVENTI PER LE IMPRESE
Martedì 19 Gennaio 2016 10:56
MANOVRA DI STABILITA’-LEGGE N.  208/2015 (legge finanziaria per il 2016) provvedimenti per le imprese ed i sistemi di pagamento

REGIME CONTABILE AGEVOLATO: Dal 2016 il regime forfettario prevede un innalzamento delle soglie dei  ricavi e dei compensi per l’accesso. Inoltre dal 1° Gennaio 2016 è stata riprodotta la stessa disciplina del regime dei minimi eliminando però completamente la possibilità del prolungamento dell’applicazione dello stesso fino al compimento del 35° anno di età del contribuente In sostanza dal 2016 per le nuove iniziative produttive non potrà più essere adottato il regime de minimis,  esistente fino al 31 dicembre 2015. Per chi inizierà una nuova attività dal 1° Gennaio 2016, rientrando nei parametri previsti dalla norma, l’unico regime contabile agevolato potrà essere solamente quello forfettario.

AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE: La Legge di stabilità prevede diverse agevolazioni per le imprese.

La misura più rilevante e sicuramente con maggiore appeal è quella dei SUPERAMMORTAMENTI a cui sono interessate sia le imprese e sia gli esercenti arti e professioni con qualsiasi regime contabile adottato ad esclusione dei minimi e dei forfettari che non deducono le cosiddette quote di ammortamento. L’agevolazione riguarderà tutti gli acquisti di beni strumentali nuovi, con esclusione degli investimenti in fabbricati e costruzioni e di beni come condutture, condotte, aerei e materiale rotabile,  effettuati dal 15 Ottobre 2015 e fino al 31 Dicembre 2016 e spetterà ai fini delle imposte sui redditi e non ai  fini dell’IRAP e consisterà nel riconoscimento di una maggiorazione del 40% del costo fiscalmente ammesso in deduzione a titolo di ammortamento o di canone di leasing. Praticamente a fronte di una spesa di 100 si potrà recuperare 140 con la procedura di ammortamento o con il recupero dei canoni di leasing. Non si potrà per ovvi motivi civilistici far transitare il maggiore recupero di costo dal conto economico e perciò si dovrà procedere ad una deduzione extracontabile in dichiarazione dei redditi. Il beneficio riguarda solamente la questione degli ammortamenti e pertanto la norma non assume alcuna rilevanza agli effetti del calcolo di plusvalenze o di minusvalenze all’atto della  vendita del bene così come non ha alcuna rilevanza ai fini del calcolo del plafond per le riparazioni e le manutenzioni.  Per il comparto auto  è  previsto un incremento dei valori fiscali massimi di rilevanza

 

 
Leggi tutto...
 
PROVVEDIMENTI DELLA MANOVRA DI STABILITA'
Mercoledì 13 Gennaio 2016 11:20

La nuova legge di stabilità n. 208/2015 (legge finanziaria per il 2016) introduce una serie di provvedimenti per l'anno 2016.

Grazie alla capacità di sintesi del nostro Responsabile Fiscale facciamo chiarezza su due punti:

 

CONGELAMENTO RIALZO ALIQUOTA PREVIDENZIALE LAVORATORI AUTONOMI CON PARTITA IVA:

Viene previsto anche per il 2016 uno stop all’incremento dell’aliquota previdenziale per i lavoratori autonomi iscritti presso la cosiddetta gestione separata Inps che viene confermata nella misura del 27% più la percentuale aggiuntiva dello 0,72%.

Il riferimento molto chiaro della norma dispone però che il blocco dell’incremento riguarda i soli lavoratori autonomi titolari di partita Iva iscritti in via esclusiva a tale gestione separata.

Per tutte le altre categorie di soggetti tenuti all’obbligo di iscrizione alla gestione separata Inps dal 1° Gennaio 2016 scatta l’aumento.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 8